Bando UE per la standardizzazione Europea - Blog Euroregion Consulting - Euroregion-Consulting-Blog

Euroregin Consulting
Vai ai contenuti

Menu principale:

Bando UE per la standardizzazione Europea

Euroregion-Consulting-Blog
Pubblicato da in Unione Europea ·
Tags: progettobandocontributiUEinternazionale


Obiettivo
Questo invito a presentare proposte mira alla conclusione di un accordo quadro di partenariato (AQP) con un'organizzazione europea che rappresenti gli interessi delle PMI nelle attività di normalizzazione su standard europei.
Questo invito mira alla conclusione di un accordo quadro di partenariato di 3 anni con la possibilità di estenderlo per 1 anno in più. La Commissione può anche assegnare al partner, sulla base delle disposizioni del AQP, sovvenzioni specifiche per un'azione.

Cosa si intende per standardizzazione
La standardizzazione è uno strumento importante per la politica europea di mercato interno. È un modo per rafforzare l'innovazione nella promozione della competitività. In questo contesto, le PMI hanno un ruolo importante da svolgere in quanto rappresentano il 99% delle aziende europee.
L'applicazione delle norme assicura PMI decisivi vantaggi quali:
  • allargamento del mercato potenziale per i prodotti;
  • facilitazione della conformità del prodotto;
  • riduzione dei costi di transazione;
  • ottenimento di economie di scala;
  • riduzione degli effetti esterni (come l’impatto ambientale);
  • miglioramento della compatibilità e l'interoperabilità, semplificazione dello sviluppo dei prodotti e velocizzazione del time-to-market;
  • miglioramento dei sistemi di gestione.

Criteri di elegibilità
Sono eleggibili le domande presentate da soggetti giuridici con sede in uno degli Stati membri dell'UE.

Entità del contributo
I candidati sono invitati a proporre un programma di lavoro ipotetico insieme ad un bilancio indicativo per il 1 ° anno. In caso l’applicazione abbia successo e dopo la firma del AQP, il partner sarà chiamato a presentare per l'accordo di un programma di lavoro per il 2018 con un bilancio, tenendo conto delle raccomandazioni del comitato di valutazione della Commissione. In base a questa proposta, una sovvenzione di funzionamento potrebbe essere assegnata.
Stima del budget (al massimo) stanziato per il finanziamento UE di una sovvenzione di funzionamento per il 2018: € 2.000.000.
Tasso stimato (al massimo) UE per il finanziamento dei costi ammissibili per il 2018: 85%.

Costi ammissibili
I costi diretti dell'azione sono quei costi specifici direttamente collegati alla realizzazione dell'azione e possono quindi essere attribuite direttamente ad essa. Essi non includono i costi indiretti ammissibili.
Le seguenti categorie di costi possono essere considerati direttamente ammissibili:
  • I costi del personale che lavora sotto contratto di lavoro con il beneficiario o un atto di nomina equivalente. A condizione che tali costi siano in linea con la politica usuale seguita dal beneficiario in materia di remunerazione. Tali costi possono anche includere compensi aggiuntivi, tra cui i pagamenti sulla base di contratti integrativi indipendentemente dalla natura di tali contratti, a condizione che essi siano pagati in modo coerente ogni volta che viene richiesto lo stesso tipo di lavoro o di competenza, indipendentemente dalla fonte di finanziamento usato.
  • spese di viaggio e indennità connesse, a condizione che tali costi siano in linea con le pratiche abituali del beneficiario;
  • costi di ammortamento delle attrezzature o altre attività (nuove o di seconda mano), come registrato nei prospetti contabili del beneficiario, a condizione che l'attività sia stata acquistata in conformità e con le condizioni applicabili ai contratti di implementazione e che sia iscritta in accordo con i principi contabili internazionali e le pratiche contabili abituali del beneficiario;
  • i costi dei materiali di consumo e delle forniture, a condizione che essi siano acquistati in conformità con le condizioni applicabili ai contratti di attuazione;
  • i costi derivanti direttamente da esigenze imposte dalla convenzione di sovvenzione (diffusione di informazioni, valutazione specifica dell'azione, audit, traduzioni, riproduzione), inclusi i costi di garanzie finanziarie richieste, a condizione che i servizi corrispondenti vengano acquistati in conformità con le condizioni applicabili ai contratti di attuazione;
  • costi derivanti da subappalti, concluso per l'esternalizzazione di compiti o attività che fanno parte dell'azione o workproramme, purché le condizioni con le condizioni applicabili ai contratti di attuazione siano soddisfatte;
  • dazi doganali, le tasse e le spese pagate dal beneficiario, a condizione che siano inclusi nei costi diretti ammissibili, e se non diversamente specificato nel Contratto;
  • L’ IVA non detraibile è ammissibile;
  • I costi relativi ad una garanzia di prefinanziamento presentata dal beneficiario della sovvenzione, in cui tale garanzia è una condizione per il pagamento di un pre-finanziamento;
  • i costi relativi a audit esterni in cui sono richieste tali verifiche a sostegno delle domande di pagamento.

Scadenza
31 Maggio 2017 fino le ore 17.00.




Nessun commento


Dott.ssa Selina Rosset - P.IVA: 02895570303 - Via Vittorio Cadel, 35 - Udine - WEB Designer Claudio Rosset
Torna ai contenuti | Torna al menu